Palazzo Litta

Palazzo Litta

The Palazzo Litta is located in corso Magenta and it was designed in 1648 by Francesco Maria Richini on Count Bartolomeo Arese’s commission, who was the President of the Senate of Milan. This palace was famous for the big parties held in its halls -some of those were open to the common people- and it later became property of the Dukes Litta Visconti Arese who in 1763 commissioned the refurbishment of the façade to Bartolomeo Bolli.

During the 19th century the building became the seat of a private railway company, while nowadays it houses some offices of the railway system owned by the government, Ferrovie dello Stato. Palazzo Litta is one of the most important Baroque buildings of Milan: the façade is partitioned into two floors and a high central body framed by two gigantic pilaster strips; the windows are decorated with unusual grotesque masks and the portal sustaining the balcony above is flanked by two atlases. The majestic staircase, which was so famous that it was taken as an example for the staircase of the Opéra National de Paris, was designed in 1740 by Carlo Giuseppe Merlo.

The staircase leads to the halls of the palace: Salotto Rosso, Salotto Giallo, Sala degli Specchi and Salotto della Duchessa. There’s a pearl set in a flower pictured in the mosaic on the floor of the Sala Rossa; according to the tradition, the Countess Barbara Litta was so touched when Napoleon came to visit her that she cried and a teardrop fell on this very spot. The original inner courtyard of Palazzo Litta with coupled columns was designed in the 17th century. It leads to the Clock’s Courtyard (Cortile dell’Orologio) which is the seat of many outdoor activities and it leads to the entrance of the theatre that has a large foyer and an elegant café, which has both ancient architectonic elements and modern furniture. The schedule is rich with plays, exhibitions and lectures.

Importanza
Bassa
Difficoltà
Bassa
Costo
Gratis!
Tempo medio
20 min
Authored by: milanita

Palazzo Litta

Palazzo Litta

Il Palazzo Litta in corso Magenta 24 è un importante palazzo rococò progettato nel 1648 dall’architetto Francesco Maria Richini su commissione del Conte Bartolomeo Arese, il presidente del Senato di Milano. Famoso per le imponenti feste che si svolgevano nei suoi salotti, alle quali a volte poteva parteciparvi anche il popolo, il palazzo successivamente passò ai Duchi Litta Visconti Arese che nel 1763 fecero rifare la facciata a Bartolomeo Bolli. Nell’Ottocento la struttura divenne la sede di una compagnia ferroviaria privata, mentre oggi ospita alcuni uffici delle Ferrovie dello Stato.

Palazzo Litta è uno degli esempi più importanti dell’architettura barocca milanese: la facciata presenta due ali a due piani che inquadrano il corpo centrale più alto a lesene giganti; particolari sono i mascheroni grotteschi che decorano le finestre e i due telamoni che affiancano il portale a sostegno del balcone superiore. L’imponente scalone d’onore, famoso ai tempi tanto da essere stato preso a modello per lo scalone dell’Opéra di Parigi, fu realizzato nel 1740 da Carlo Giuseppe Merlo. Da qui si accede alle sale del palazzo: il Salotto Rosso, il Salotto Giallo, la Sala degli Specchi e il Salotto della Duchessa. Nel mosaico del pavimento della Sala Rossa si trova una perla incastonata nel decoro dei un fiore; secondo la tradizione, è proprio in questo preciso punto che cadde una lacrima di commozione della Contessa Barbara Litta quando le fece visita Napoleone.

Il cortile interno di Palazzo Litta a colonne binate è quello originale, progettato nel Seicento. Da qui si accede al Cortile dell’Orologio, dove vengono organizzate diverse attività all’aperto e dove si trova l’ingresso del Teatro Litta che, otre alla sala teatrale, è provvisto di un ampio foyer e di una elegante caffetteria che unisce elementi architettonici d’epoca a oggetti d’arredamento ultra-moderni. Il calendario è ricco di spettacoli, esposizioni e conferenze.

Importanza
Bassa
Difficoltà
Bassa
Costo
Gratis!
Tempo medio
20 min
Authored by: milanita