Basilica di San Babila

Basilica di San Babila

San Babila is an important saint for the story of Milan. According to the tradition it was Babila, Antioch’s Bishop, who founded the Diocese of Milan; when he arrived to Milan during the 3rd century he founded a church over the ruins of an ancient pagan temple consecrated to Jupiter, the Basilica di San Babila, which it’s always been considered one of the most important churches of the city, apart from the Duomo and the Basilica di Sant’Ambrogio.

The building has a neo-Romanesque façade conceived by Paolo Cesa Bianchi; an 1820 bell tower towers on the left. In the past a music box out on top of the tower used to play the same tune as London’s Big Ben. The Basilica di San Babila’s interior is arranged into three naves divided by pillars. Apart from some capitals there’s nothing left of the original church. The typical sobriety of the Romanic churches gave way to the splendour and the decorative opulence of early 20th century. In the first chapel on the left a commemorative stone reminds us that Alessandro Manzoni was baptized on March 8th 1785 in this church.

Importanza
Elevata
Difficoltà
Bassa
Costo
Gratis!
Tempo medio
20 min
Authored by: milanita

Basilica di San Babila

Basilica di San Babila

San Babila è un santo importante per la storia di Milano. Secondo la tradizione infatti fu proprio il vescovo di Antiochia, Babila, il padre fondatore della diocesi milanese; quando arrivò a Milano nel III secolo fondò una chiesa sui resti di un antico tempio pagano dedicato a Giove, la Basilica di San Babila, da sempre considerata una delle più importanti della città, dopo il Duomo e la Basilica di Sant’Ambrogio.

All’esterno l’edificio mostra una facciata neoromanica ad opera di Paolo Cesa Bianchi; sulla sinistra svetta un campanile del 1820. In passato un carillon sulla cima della torre suonava lo stesso tema del Big Bang di Londra.  All’interno la Basilica di San Babila ha tre navate divise da pilastri a fascio. Ad esclusione di alcuni capitelli niente sembra appartenere alla chiesa originale. La classica sobrietà della chiesa romanica ha ceduto il passo allo sfarzo e alla ricchezza decorativa dell’inizio del 900. Nella prima cappella a sinistra una lapide ricorda che qui vi fu battezzato Alessandro Manzoni l’8 marzo del 1785.

Importanza
Elevata
Difficoltà
Bassa
Costo
Gratis!
Tempo medio
20 min
Authored by: milanita