Pinacoteca Ambrosiana

Pinacoteca Ambrosiana

The Pinacoteca was founded in 1618 by Cardinal Federico Borromeo, who wanted to assure to anyone who had artistry or intellectual abilities, a free cultural education. Borromeo donated his collection of paintings, statues and drawings to the Ambrosian Library, which he founded in 1607. In the following years a painting and sculpture academy was built next to it.

The Pinacoteca is divided into 24 rooms where you can admire masterpieces such as Canestra di Frutta by Caravaggio, il Musico by Leonardo da Vinci, l’Adorazione dei Magi by Raffaello, Madonna del Padiglione by Botticelli and the marvellous Vasi di fiori by Jan Brueghel, Renaissance artworks, important collections of 17th to 20th century pieces made by artists of Lombardia. Some rooms of the Pimacoteca exhibit bizarre objects such as a lock of Lucrezia Borgia’s hair that inspired Gabriele D’Annunzio and Lord Byron, the gloves Napoleon wore at Waterloo, armillary spheres from the Settala collection and the astrolabes.

 

 

Importanza
Elevata
Difficoltà
Media
Costo
Medio
Tempo medio
180 min
Authored by: milanita

Pinacoteca Ambrosiana

Pinacoteca Ambrosiana

La Pinacoteca fu fondata nel 1618 dal Cardinale Federico Borromeo, che volle assicurare a chiunque avesse avuto qualità artistiche o intellettuali, una formazione culturale gratuita. Borromeo donò la sua collezione di dipinti, statue e disegni alla Biblioteca, che aveva fondato nel 1607. Negli anni successivi fu affiancata da un’accademia di pittura e scultura.

Il percorso espositivo della Pinacoteca Ambrosiana si articola in 24 sale dove si possono ammirare alcuni capolavori come la Canestra di frutta di Caravaggio, il Musico di Leonardo, l’Adorazione dei Magi di Tiziano, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, la Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel, opere rinascimentali, collezioni importanti di autori lombardi dal Seicento ai primi del Novecento.

Alcune sale della Pinacoteca Ambrosiana espongono oggetti più curiosi come la teca contenente una ciocca di capelli di Lucrezia Borgia che fu fonte d’ispirazione per Gabriele D’Annunzio e Lord Byron, i guanti indossati da Napoleone a Waterloo, le sfere armillari della collezione Settala e gli astrolabi.

Importanza
Elevata
Difficoltà
Media
Costo
Medio
Tempo medio
180 min
Authored by: milanita